Corso di salsa cubana

Costo del corso 30 euro mensili

Per Info : 3291713839

I corsi sono aperti a tutti, la partecipazione di migranti richiedenti asilo e rifugiati è

gratuita. Il ricavato del corso andrà a sostegno dell’Associazione Laboratorio 53

Onlus per l’accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati di questa città.

 

Il corso di Salsa Cubana del maestro Roberto Caprioli, organizzato in collaborazione con Laboratorio 53, è al suo secondo anno. Il corso nasce dalla volontà di condividere la passione per una danza intensa e gioiosa. La Salsa Cubana, espressione di un popolo che esalta il dialogo, il vivere comune, nella “calle”, favorisce la conoscenza e riduce le barriere che rendono difficoltoso l’incontro, con la sua poliritmia sveglia le energie e fa uscire il sorriso. Il movimento del corpo, delle sue parti in armonia tra loro, con la musica, con la persona con cui si balla, con le altre persone che ballano favorisce il benessere del fisico e dell’anima.

La bellezza dell’incontro è stato l’elemento caratterizzante dell’anno passato, ragazzi (quando si balla la musica cubana si è tutti ragazzi) italiani, africani, spagnoli, del Bangladesh…attraverso la musica e il ballo si sono conosciuti, hanno scherzato, hanno riso, hanno vissuto con gioia serenità impegno spensieratezza l’ora e mezza di lezione settimanale. Dal corso di Salsa Cubana è nata l’idea di organizzare “Fiesta Aperta”, un’iniziativa che ha avuto un grande successo, a cui hanno partecipato circa 250 persone in una giornata iniziata con la proiezione del film Buena vista social club, seguita da un’ottima e rumorosa cena africana che non poteva non trasformarsi in festa con balli e danze afro-cubane.

Quest’anno vogliamo continuare questa bella esperienza e ampliare ancor di più il numero di partecipanti. Come lo scorso anno la partecipazione di rifugiati e richiedenti asilo è gratuita , per gli altri partecipanti il contributo è di 30 euro mensili che andranno a sostegno dell’Associazione Laboratorio 53 per l’accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati.

Vi invitiamo a partecipare e a informare amici che potrebbero essere interessati.

Tweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on FacebookEmail this to someone
Nessun commento a questo articolo.

Lascia un commento