Partecipazione e solidarietà, questa sarà Casa dei Venti

Perchè quando la propria casa è lontana il sentimento di familiarità è una continua ricerca…

Il 18, 19 e 20 Marzo prossimi apre i battenti in una tre giorni ricca di presentazioni, dibattiti, cibo, musica, fotografia e arte, Casa dei Venti. Un luogo, all’interno de La Città dell’Utopia, aperto cinque giorni a settimana dove richiedenti asilo, rifugiati e migranti in genere potranno trovare attività specifiche a loro rivolte (sportello di primo orientamento, gruppo di auto-mutuo-aiuto, incontri di orientamento legale, supporto psicologico, scuola d’italiano) e partecipare, insieme a tutta la cittadinanza,  a seminari, laboratori, percorsi di autoformazione e serate di approfondimento sui temi e le normative dell’immigrazione.
Una volta al mese, inoltre, accenderà nuovamente i fuochi Makì-Sapori dal Mondo progetto che intende favorire l’incontro attraverso il cibo organizzando pranzi e cene durante le quali i migranti vestiranno i panni dei cuochi, e tutti potranno partecipare mangiando e ascoltando i loro racconti.
Un progetto quello di Casa dei Venti con il quale Laboratorio 53 Servizio Civile Internazionale, con la collaborazione dell’ASGI,  vogliono dare una risposta a ciò che caratterizza il sistema di accoglienza nazionale e territoriale: esclusione sociale, marginalizzazione, passivizzazione, razzismo, criminalità organizzata, business; costruendo un’altra visione delle migrazioni, delle politiche e della comunità a venire.
Casa dei Venti è un progetto in divenire aperto a collaborazioni, suggerimenti e idee perciò venite a scoprirla il prossimo fine settimana a La Città dell’Utopia e, per saperne di più, scriveteci a casadeiventi.info@gmail.com

PROGRAMMA COMPLETO della tre giorni di apertura
“CASA DEI VENTI – Un centro senza un centro” – Comunicato

Laboratorio 53
Marzo 2016

Tweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on FacebookEmail this to someone
Nessun commento a questo articolo.

Lascia un commento